Uradni list

Številka 51
Uradni list RS, št. 51/2019 z dne 16. 8. 2019
Uradni list

Uradni list RS, št. 51/2019 z dne 16. 8. 2019

Kazalo

N. 3527-0001/2018 Ob-2738/19, Stran 1728
Il Comune di Pirano, Piazza Tartini 2, 6330 Pirano, in conformità alle disposizioni dell'art. 9 del Regolamento in materia di sovvenzioni finalizzate agli interventi di ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano, Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 64/17 del 17 novembre 2017 e, ai sensi del Decreto sul Bilancio di previsione del Comune di Pirano per l’anno 2019 (Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 5/18), pubblica il seguente
bando di gara 
per l’assegnazione dei fondi per il finanziamento della ristrutturazione di facciate e tetti nel centro storico di Pirano per l’anno 2019
1. Obiettivo del bando di gara: l’obiettivo del bando di gara è quello di incentivare la ristrutturazione degli edifici nel centro storico di Pirano al fine di sistemare l'aspetto della città, rivitalizzare il centro della città e preservare e mantenere il patrimonio culturale del centro storico di Pirano.
2. Oggetto del bando: oggetto del bando di gara è l’assegnazione di fondi per la ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano nel periodo dal 1 gennaio 2019 fino al 18 novembre 2019 incluso.
3. Condizioni Per La Candidatura Al Bando di Gara
Le misure, definite nel presente bando di gara, sono da realizzare nell’area del centro storico di Pirano, come definito nel Decreto sul Piano di risanamento della città di Pirano (Bollettino Ufficiale delle Primorske novice, n. 10/77 del 29 luglio 1977).
I beneficiari del finanziamento del presente regolamento sono persone fisiche, che sono proprietari o comproprietari o locatari con il consenso del proprietario delle abitazioni o degli edifici residenziali nella zona del centro storico di Pirano, che hanno residenza nel Comune di Pirano.
I beneficiari non devono avere passività finanziarie correnti nei confronti del Comune di Pirano. I candidati devono soddisfare i requisiti legali formali del bando di gara.
I fondi saranno assegnati in base ai relativi permessi per la ristrutturazione, in base al parere (ovvero al consenso, nella misura in cui sia stato ottenuto prima dell’entrata in vigore della Legge sull’edilizia, Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia nn. 61/17, 72/17) dell'Istituto per la tutela dei beni culturali della Slovenia, Unità Territoriale di Pirano concernente la ristrutturazione, acquisito prima dell'attuazione di ogni singola fase della ristrutturazione, nonché in base all'elenco dei lavori con i preventivi proposti.
4. Costi ammissibili
I costi ammissibili nell’ambito della presente gara sono finalizzati al risanamento della facciata prospiciente la strada (via) e/o alla ristrutturazione del tetto nell’area del centro storico di Pirano.
I costi ammissibili sono quelli sostenuti nel periodo dal 1 gennaio 2019 fino al 31 ottobre 2019 incluso. Saranno prese in considerazione le fatture emesse nel periodo dal 1 gennaio 2019 fino al 18 novembre 2019 incluso, a condizione che siano saldate entro e non oltre il 18 novembre 2019.
4.1 I costi ammissibili per la ristrutturazione della facciata prospiciente la strada (via), per quanto concerne il cofinanziamento, IVA inclusa, sono:
– la sistemazione del cantiere e la collocazione, ovvero il noleggio dell’impalcatura per la facciata,
– la rimozione dell'intonaco usurato esistente,
– la rimozione o protezione di elementi della facciata (portali, grondaie, davanzali, protezione di elementi decorativi delle facciate, balconi e recinzioni, nonché condutture di scarico per condizionatori d'aria),
– la riparazione di intonaci della facciata danneggiati, ovvero la realizzazione del nuovo intonaco,
– la pulitura, la sabbiatura e la demodulazione di elementi in pietra della facciata,
– il restauro con la possibilità della ricostruzione della decorazione della facciata,
– la tinteggiatura della facciata con pitture per facciata,
– la riparazione di persiane in legno danneggiate o la sostituzione delle persiane in legno usurate con persiane in legno,
– la riparazione di finestre in legno danneggiate o la sostituzione delle finestre in legno usurate con finestre in legno,
– la pulizia e lo smaltimento dei rifiuti in discarica, compreso il pagamento delle relative tasse,
– i costi della supervisione dei lavori edili e del coordinamento della sicurezza nonché della salute sul lavoro.
4.2 I costi ammissibili per la ristrutturazione del tetto, per quanto concerne il cofinanziamento, IVA inclusa, sono:
– la sistemazione del cantiere e la collocazione dell’impalcatura, tettoie protettive,
– la rimozione delle coperture dei tetti usurate, dei coppi, delle tegole di colmo, dei bordi, delle grondaie ...,
– la rimozione dei listelli di ancoraggio delle tegole usurati,
– la fornitura del materiale, la fornitura dei listelli di ancoraggio delle tegole, nonché la listellatura del tetto,
– l'impermeabilizzazione del tetto,
– la fornitura e la posa della nuova copertura, la realizzazione di nuove lamiere di bordo,
– la riparazione o la ricostruzione dei cornicioni,
– la ricollocazione delle grondaie e dei tubi di scarico, ovvero la fornitura e l’installazione di nuove grondaie,
– la ricollocazione del sistema parafulmine con il limitatore di sovratensioni,
– i costi di pulizia e del trasporto in discarica, compreso il pagamento delle relative tasse,
– i costi della supervisione dei lavori edili e del coordinamento della sicurezza nonché della salute sul lavoro.
5. Ammontare del finanziamento
Nell’anno 2019, in base al bilancio di previsione del Comune di Pirano, per la realizzazione di tutto il procedimento relativo alla ristrutturazione delle facciate e dei tetti del centro storico di Pirano, l’importo dei fondi oggetto del presente bando ammonta a 20.000,00 EUR.
La ristrutturazione dei tetti e delle facciate sarà finanziata, sulla base del presente bando nell'anno 2019, fino al 50 % dei costi ammissibili, ovvero fino a 5.000 EUR IVA inclusa, per ogni singolo edificio.
La percentuale di sovvenzione si stabilisce in base al punteggio, 1 punto equivale a 1 % della sovvenzione (percentuale di sovvenzione dei costi ammissibili). I criteri di punteggio sono i seguenti:
a) Ubicazione dell’edificio
Ristrutturazione di un edificio in prossimità delle piazze e vie principali nonché le rive della città1
(Piazza Primo Maggio, Piazza Tartini, Piazza delle Erbe, Piazza S. Rocco, Piazza dei Pescatori, Via Gregorčič, Via Verdi, Via del IX Corpo d’armata, Via Rozman, Via Libertà, Via Župančič, Via Tomšič, Riva Prešeren, Riva Kidrič, Riva Cankar)
10 punti
Ristrutturazione di un edificio nelle altre zone del centro storico di Pirano
5 punti
b) Circostanze particolari dell’edificio
Il singolo edificio è proclamato monumento culturale – monumento dell’archittetura cittadina e iscritto nel Registro dei beni culturali con il proprio numero di registro EŠD
10 punti
L’edificio non è proclamato monumento culturale – monumento dell’architettura cittadina
5 punti
c) Situazione della facciata e del tetto
Facciata seriamente danneggiata2 oppure ristrutturazione del tetto assieme alla facciata a prescindere dallo stato di danneggiamento
30 punti
Facciata mediamente danneggiata3 (senza il risanamento del tetto)
20 punti
Facciata lievemente danneggiata4 (senza il risanamento del tetto) o soltanto il risanamento del tetto
10 punti
Risanamento della facciata non danneggiata
5 punti
Totale 50 punti
1Nella definizione del punteggio riguardante la ristrutturazione dell'edificio in prossimità delle piazze e vie principali nonché le rive della città, non si considera l'indirizzo dell'edificio, bensì la posizione effettiva della facciata oggetto di ristrutturazione. Nel caso si tratti della ristrutturazione del tetto, sarà presa in considerazione, l'ubicazione dell'edificio, e precisamente riceverà il punteggio, la ristrutturazione confinante con almeno una parte con le vie e rive sopraelencate. Nel caso di risanamento della facciata riceverà un punteggio addizionale, l'edificio che prevede il risanamento della facciata almeno su quella parte del fabbricato che confina con una delle vie o rive indicate nel bando.
2 Per facciata seriamente danneggiata si considera la facciata con il cornicione danneggiato oppure in caso di caduta dell'intonaco dalla facciata e dal cornicione dell'edificio. Per facciata seriamente danneggiata si considera in ogni caso la facciata del fabbricato che a causa delle crepe nella facciata o nel cornicione è classificato quale fabbricato pericolante in base alla decisione dell'ispettorato competente per l'ambiente e il territorio.
3 Per facciata mediamente danneggiata si considera la facciata sulla quale la caduta dell'intonaco avviene da superfici minori della stessa.
4 Per facciata lievemente danneggiata si considera la facciata in cui l’intonaco si stacca o in caso di crepe minori nella stessa.
Nel caso in cui, per uno stesso edificio, facciano domanda più beneficiari che sono comproprietari dell'edificio, l'importo sarà distribuito ai singoli beneficiari in proporzione alla quota che hanno speso per l’attuazione dell’investimento nella ristrutturazione della facciata ovvero del tetto.
Il Comune di Pirano si riserva il diritto di non concedere i fondi stanziati e respingere la domanda se i fondi previsti sono già stati spesi.
Nel caso in cui le fatture siano presentate con un valore inferiore all’importo presente nei preventivi al momento della presentazione della domanda, il valore dei fondi assegnati viene ridotto di conseguenza.
Nel caso in cui le fatture siano presentate con un valore superiore rispetto all’importo presente nei preventivi al momento della presentazione della domanda, i fondi sono assegnati nell’importo indicato nella decisione sull’importo degli stanziamenti.
I fondi disponibili sono assegnati ai progetti presentati secondo l’ordine di arrivo delle domande.
6. Condizioni e criteri nonché modalità di assegnazione dei fondi
Il processo per l’assegnazione dei fondi è gestito da una commissione composta da tre esperti, nominata dal Sindaco.
I compiti tecnici, professionali e amministrativi, per conto della commissione, sono svolti dall’organismo competente dell’amministrazione comunale.
Le domande saranno esaminate e valutate dalla Commissione di esperti per la ristrutturazione delle facciate e dei tetti degli edifici all’interno del comprensorio del centro storico di Pirano.
7. Contenuto della domanda
La domanda deve contenere:
– La domanda per la concessione del finanziamento compilata sul modulo prescritto del Comune di Pirano (Modulo 1).
– Il modello siglato del contratto (Modulo 2).
– L'attestazione della proprietà ovvero della comproprietà dell'edificio: la Commissione controllerà direttamente le informazioni disponibili presso il Libro fondiario. Se un candidato non è ancora stato inserito nel Libro fondiario, deve presentare la copia del negozio giuridico con la copia della proposta di intavolazione del diritto di proprietà nel Libro fondiario, ovvero deve presentare una sentenza dalla quale si evince chiaramente la proprietà del bene.
– Dichiarazione firmata da tutti i comproprietari/proprietari dei piani dell’edificio per consentire i lavori di ristrutturazione.
– La delega all'amministratore dell'edificio e la copia corrispondente del contratto di amministrazione, nel caso in cui l’amministratore presenta la domanda per conto dei comproprietari dell’edificio, ovvero la delega dei restanti proprietari al richiedente nel caso in cui la casa non abbia un amministratore condominiale e uno dei proprietari (il beneficiario dei fondi) o un’altra persona fisica presenti la domanda.
– Le condizioni e il parere (ovvero il consenso, nella misura in cui sia stato acquisito prima dell’entrata in vigore della Legge sull’edilizia, Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia nn. 61/17, 72/17) emessi dall’Istituto per la tutela dei beni culturali della Slovenia, Unità territoriale di Pirano (ZVKDS OE Piran).
– Il preventivo con la descrizione dei lavori da parte dell’esecutore dei lavori.
8. Luogo e termine per la presentazione delle domande
Le domande scritte devono essere indirizzate al Comune di Pirano, Servizio autonomo investimenti, Piazza Tartini 2, 6330 Pirano, con la scritta »Bando pubblico per il finanziamento della ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano – Non aprire«. Sul lato posteriore della busta deve essere scritto il nome e il cognome, nonché l'indirizzo del richiedente.
Il termine per la presentazione delle domande al bando pubblico decorre dal giorno della pubblicazione del presente bando ed è aperto fino al 31 ottobre 2019.
Indipendentemente dalla data e dal modo di spedizione della domanda fa fede la data di ricezione della domanda presso l’Ufficio protocollo del Comune di Pirano, Piazza Tartini 2, 6330 Pirano.
L’apertura e il controllo delle domande ricevute per l’assegnazione dei fondi è condotta dalla commissione degli esperti. Le domande ricevute sono aperte nell’ordine di arrivo. L’apertura delle domande non è pubblica. L’apertura delle domande viene messa a verbale.
La commissione degli esperti controlla la completezza delle domande ricevute e l'adempimento delle condizioni stabilite nel bando pubblico, nonché prepara la proposta dei destinatari dei fondi.
L’assegnazione dei fondi è determinata da una decisione contro la quale è possibile fare ricorso.
Dopo la decisione finale, il beneficiario, è tenuto a stipulare entro 7 giorni un contratto di finanziamento, in cui sono stabiliti i rapporti reciproci, i diritti e gli obblighi.
Se il beneficiario non risponde entro il termine stabilito, ovvero non conclude il contratto, la decisione di concessione del finanziamento decade.
I beneficiari che presenteranno domande incomplete saranno invitati a completare la domanda.
Il Comune di Pirano eliminerà dalla procedura successiva tutte:
– le domande non presentate da persona ammissibile, secondo il IV punto del presente bando;
– le domande pervenute in ritardo e le domande completate in ritardo;
– le domande che risulteranno incomplete anche dopo la richiesta di completamento.
9. Assegnazione dei fondi
I fondi saranno assegnati in base all’ordine di ricezione delle domande. Nel caso in cui i fondi siano già stati assegnati, la commissione restituirà al mittente la domanda sigillata all’indirizzo indicato sulla busta.
In caso di ricezione simultanea di più domande, il cui valore dichiarato eccede il valore specificato nel presente bando di gara, la commissione decide in via prioritaria l'assegnazione dei fondi, assegnando prima i fondi alle domande complete, se, anche secondo questo criterio, il valore dichiarato dei fondi supera i fondi del bando di gara, l'ordine sarà determinato dalla commissione estraendo a sorte.
10. Utilizzo dei fondi
I fondi sono versati al beneficiario sulla base delle disposizioni degli accordi reciproci per i lavori eseguiti e dei documenti giustificativi specificati nel bando di gara.
I fondi sono assegnati ai beneficiari secondo l’ordine di ricezione delle domande complete fino all’utilizzo dei fondi del bilancio stanziati a tale scopo per l’anno in corso.
Il beneficiario dei fondi deve presentare al Comune di Pirano entro il 18 novembre 2019 una richiesta di pagamento dei fondi per il cofinanziamento della ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano.
11. Applicazione del regolamento: per quanto riguarda la procedura per l’ottenimento del finanziamento e le condizioni di acquisizione, che non sono esattamente specificate nel presente bando di gara, si applica il Regolamento in materia di sovvenzioni finalizzate agli interventi di ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano (Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Slovenia, n. 64/17 del 17 novembre 2017). Tutte le domande eventualmente presentate riceveranno una risposta da parte della Commissione degli esperti per l’attuazione e la supervisione della procedura per la ristrutturazione delle facciate e dei tetti nel centro storico di Pirano.
12. Ulteriori chiarimenti: ulteriori chiarimenti sono disponibili al seguente indirizzo: Comune di Pirano, Servizio autonomo investimenti, Piazza Tartini 2, 6330 Pirano, tel. 05/671-03-31. La documentazione gratuita del bando di gara è disponibile dalla data di pubblicazione, fino alla scadenza del termine di presentazione della domanda sul sito web del Comune di Pirano www.piran.si.
Comune di Pirano